Nemmeno più il mio nome

Perse l’amore ai dadi insieme al tetto e alla speranza.

Partì per mare accompagnato da un filo di luna, ma fu un viaggio allucinante.

Mentre gli altri piangendo invocavano i santi, lui remava in silenzio, scuro come un galeotto; la testa vuota.

“Tanto i santi, ci scommetto, nemmeno più il mio nome rammentano”.

Giocatore di scacchi. Londra
Giocatore di scacchi. Londra
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...