Esitazione

Che storia la sua.

Quando il successo bussò alla porta, lui non si fece trovare.

Il giorno in cui tutti smisero di dubitare delle sue grandi qualità (inventiva, capacità di sintesi e musicalità), fu proprio lui a concedersi un attimo di esitazione.

Si alzò nel cuore della notte, scrisse due righe sul muro della cucina e sparì.

 “Non cercatemi”.

“Quant’è buono il caffè a Istanbul”.

Istanbul

Microstorie # 7

Annunci

3 risposte a "Esitazione"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...