Eccesso di rollio

La terra ha una natura malinconica e riflessiva di cui non parla volentieri, ma si arrovella attorno ad una semplice domanda: “Quanta paura hai del vuoto?”. “Tanta” si risponde da lontano.

Quando incontrò la luce, ne rimase sconcertata, ma non si ritrasse dal vortice.

La avvolse dapprima la nota calda di un giallo pieno e orgoglioso, mescolato un po’ alla buona. Seguì l’abbraccio avido e cupo tipico di certi rossi. Sprofondò nel nero secco dentro cui poté urlare senza vergogna tutta la solitudine dell’esistenza.

Chiuse gli occhi e si ritrovò al culmine del piacere con i soli chiaroscuri.

Ne conseguì un’opera inebriante e insensata, figlia di un eccesso di rollio.

Conversazione
Conversazione (o Il venditore di storie)

Microstoria #10

Annunci

6 risposte a "Eccesso di rollio"

  1. Egoingordo 21/02/2013 / 17:55

    Chiudere gli occhi ritrovandosi al culmine del piacere con i soli chiaroscuri… deve essere stupendo…

    • ilsolitomood 21/02/2013 / 18:19

      Io non disdegno nemmeno l’abbraccio avido e cupo di certi rossi…

  2. Egoingordo 21/02/2013 / 18:21

    basta che ne consegua comunque un’opera inebriante e insensata.

    • ilsolitomood 21/02/2013 / 18:25

      ovviamente… prima però dovrai passare attraverso l’eccesso di rollio.

      • bakanek0 21/02/2013 / 18:45

        …ma avete mescolato alla buona la nota calda del giallo? Parte tutto da lì! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...