L’autobiografia

“Oggi scrivo la mia autobiografia” disse.

Si alzò, prese un rotolo di spago e cominciò ad annodare uno dopo l’altro gli oggetti presenti nella stanza. Alcuni erano piccoli, come i bicchieri e i libri, altri grandi come il forno a microonde e le poltrone. Li legò stretti e li sistemò delicatamente a terra.

Io osservavo in silenzio e quell’opera mi appariva come la gigantesca collana di un’entità superiore e smemorata, fuggita all’improvviso enorme e disadorna.

Poi sorrisi cercando di prevedere come diavolo avrebbe fatto a rappresentare quella barca in secca sulla spiaggia vulcanica nella cui ombra trascorremmo quasi tutta la nostra prima estate insieme.

In corteo
In corteo

Microstoria #11

Annunci

4 risposte a "L’autobiografia"

    • ilsolitomood 26/03/2013 / 20:11

      Grazie mille! All’altissima suggestione non avrei mai ambito 🙂

      • icalamari 26/03/2013 / 21:08

        E’ vero che io sono altamente suggestionabile, ma tu ambisci pure. Te lo puoi permettere 🙂

        • ilsolitomood 26/03/2013 / 21:10

          Accidenti…grazie.. mi sto suggestionando anch’io 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...