Sakura

Prima di cominciare il lavoro penso al mio debito con Rimbaud. Accade ogni volta che cerco di scoprire chi sia quella persona, così discrepante e ignota, che mi alberga nel profondo. Queste foto sono frutto di un lavorio strano, una ricerca minuziosa e sconclusionata fatta di luci e ombre dove i personaggi si muovono veloci e nascono più da cancellazioni che da manifestazioni. Di fronte a certe inquadrature sento la necessità di tagliare teste, cancellare arti e ridurre al minimo i dettagli per raggiungere un silenzio trasparente e impalpabile. Inseguo l’errore e la scia dell’illuminazione. Agisco d’istinto per catturare qualcosa che un attimo dopo è già svanito nella prospettiva di un spazio che più passa il tempo più si assottiglia e diventa irreale.

Ho passeggiato nel deserto dell’Arizona. E’ stato bello. Mi è sembrato di attraversare la città dei miracoli dove ogni cosa appare per la prima volta e per una volta sola. La terra si stende nuda sotto il cielo, insensibile a ogni riferimento. Perché dovremmo opporci al concetto di deserto? E’ un luogo di rivelazione, di rinascita, di solitudine, di quel desiderio d’infinito che tanto ci spaventa.

Ma è pur sempre meno terribile degli specchi. Ci ho pensato su. Gli specchi ci chiamano a giocare una partita tremenda. Ci spingono a guardare la nostra immagine come se provenisse da altrove. Piombiamo in uno spazio attraverso una porta girevole per scoprire la banale miscela del quotidiano, così delicata e sublime.

Chi è quello alla finestra? Oh, è un uomo che osserva il mondo là fuori, si porta il dito alle labbra e impone a tutti un po’ di silenzio.

Qualcosa che mi ha fatto pensare "Sakura!"
Qualcosa che mi ha fatto pensare “Sakura!” – Milano 2014

Microstoria #26

Buona Pasqua!

Annunci

2 risposte a "Sakura"

  1. bakanek0 22/04/2014 / 09:24

    La storia è micro ma tu sei macro. Amo i sakura trees.

    • ilsolitomood 23/04/2014 / 13:40

      Anche tu sei macro, ti vedo oltre la bolla di vetro.. con quegli occhioni lì, per non parlare del pesce rosso… 🙂 Grazie. Mi fa davvero piacere sapere che mi leggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...